Richieste di rimborso

Le restituzioni

Dopo la Liberazione iniziarono le restituzioni. Se la percentuale di riconsegne ai proprietari in Piemonte e Liguria è stata alta, soprattutto in relazione ai beni immobili, è anche dovuto alla gestione capace svolta dall’Istituto. Da parte delle istituzioni però nessun tipo di assistenza o aiuto era rivolto a chi tornava. Anzi, le restituzioni non furono automatiche, ma esito di iter burocratici lunghi e difficili, che dovevano partire con una richiesta formale da parte del legittimo proprietario o dei suoi eredi.

RICHIESTE DI RIMBORSO

Il documento che solitamente conclude i fascicoli è la copia di una lettera, a volte lunga e articolata, a volte breve e lapidaria. Si tratta di risposte alla richiesta di rimborso da parte dell’Istituto di San Paolo per la gestione “dei beni a suo tempo sequestrati a suo danno in applicazione dei provvedimenti adottati sotto l’impero del sedicente governo della repubblica sociale italiana”. Siamo nel 1947. I verbali di restituzione si stanno stilando, l’Istituto chiede il conto, pronto a chiudere, come fosse semplice o possibile, la “pratica”. Molti risponderanno indignati a quella lettera, ma nessuno pagherà quella cifra.

le Restituzioni

  • Richieste di rimborso
  • Causa Valobra